Coro Sibilla

Vai ai contenuti

Menu principale:

62100  MACERATA, via G. Ungaretti n. 80       

e-mail   coro.sibilla@libero.it


Buon Natale e Felice 2019!
Il "Coro Giovani Fabrianesi", protagonista insieme al Coro Sibilla del prossimo Concerto di Natale, è stato  fondato nel 1987 e svolge attività concertistica al fine di promuovere la musica ed accomunare giovani e meno giovani.
Dal 1989 si è trasformato in  società cooperativa senza fini di lucro e devolve gli utili, derivati dai concerti eseguiti, in beneficenza ad enti ed associazioni umanitarie.
Ludovica Gasparri ha iniziato lo studio del canto moderno nel 1998 presso la Civica Scuola di musica “B.Gigli” di Recanati.
Come soprano, studia canto lirico dal 2004 presso la Civica Scuola di musica “B.Gigli” di Recanati.
Ha debuttato nell’ottobre 2014 in “Elisir d’amore” di G.Donizetti, presso il Teatro Municipale di Piacenza, e presso il Teatro Alighieri di Ravenna, per la regia di Leo Nucci e la direzione del M° Stefano Ranzani, con l’orchestra giovanile Cherubini del M° Muti.

--                                                                                                                                                                    

Domenica 2 dicembre nel Teatro della Filarmonica a Macerata, si è tenuto il concerto “Alla fonte dell’acqua”, dedicato a Don
Fernando Morresi in occasione del trentennale della morte. Sacerdote, docente, musicista, educatore, Don Fernando è stato un grande, infaticabile promotore e animatore del canto corale, sacro e profano.
Nel 1960 fondò il Coro dei Pueri Cantores “Domenichino Zamberletti” e nel 1976 il Coro Sibilla, Sezione del C.A.I. di Macerata.
Proprio questi due cori, insieme alla Corale Cantando formatasi nel Natale del 1991 da 14 ex-pueri, si sono ritrovati insieme davanti ad un folto pubblico per ricordare il loro fondatore e maestro.

--                                                                                                                                                                    

--                                                                                                                                                                    

Il 17 novembre ad Avezzano il Coro Sibilla ha tenuto il concerto commemora-tivo dello scialpinista Antonio Viola, vittima di un incidente il 22 novembre 2008 sulle montagne della Val Pusteria. Ad Antonio Viola è stata intitolata una cima del M.Velino.

--                                                                                                                                                                    

Il Coro Sibilla a Torre Pellice (Torino)
Lo scorso sabato 22 settembre si è tenuto a Torre Pellice, in provincia di Torino, l’evento corale “Cantare l’armonia dei giorni” per festeggiare i 60 anni del Coro Valpellice.
Il concerto tenutosi presso il Tempio Valdese ha visto come ospiti il Coro “Dolci Armonie” di Parma, il Coro gospel “George’s Planets” di Cherasco (CN), il Gruppo vocale “Polyfemna” di Bourg d’Oisans (Francia) il Coro Alpino Sestese di Sesto Calende (VA) e il Coro Sibilla di Macerata.
Il Coro Sibilla si onora di avere una particolare amicizia con il Coro torinese e con il suo Maestro Ugo Cismondi essendo stato loro ospite nel 2015 e aver ricambiato l’invito nel 2016 in occasione del proprio 40° anniversario nella splendida cornice del Teatro Lauro Rossi .
Davanti ad un pubblico di circa 500 persone il Coro Sibilla, diretto dal M° Fabiano Pippa, ha presentato un programma musicale scelto per l’occasione, ricevendo applausi entusiasti ad ogni brano eseguito.
Ad iniziare da “La Montagnola” con le parole in dialetto maceratese di G. Ginobili, passando per l’evocativa “Carezze” di M. Maiero, continuando con “Porta Calavena” di B. De Marzi arrivando a “Il cerchio della vita”, colonna sonora del film d’animazione “Il Re Leone” della Disney con musica di Elton John, arricchita dai versi degli animali della savana.
Alla fine della manifestazione tutti i sei cori hanno cantato insieme “Signore delle Cime” di De Marzi, oramai diventata la preghiera per ogni amante del canto corale e “Arrivederci amici” di Inselmini, un inno all’amicizia che con  il canto inizia, si rafforza e dura nel tempo!
Il successo della manifestazione, nella quale il Coro Sibilla ha portato i saluti dell’Amministrazione donando lo stemma del Comune di Macerata, lo abbiamo toccato con mano nel momento dei saluti: commozione nel doversi lasciare ma con il cuore contento per l’amicizia che non verrà mai meno.

"Che il cantare continui ad essere la nostra forza"
La lettera del M° Ugo Cismondi
Carissimo Fabiano, carissimi coristi del Sibilla.
Il fine settimana scorso, con giornate ancora calde regalate dagli ultimi respiri di una lunga estate, abbiamo avuto la fortuna di condividere momenti di rara bellezza con voi in un tempo dove tutto scorre senza emozioni.
Siamo onorati di avervi avuto a cantare “L’armonia dei giorni” perché voi siete i nostri amici più cari…e quando è festa si ha bisogno di avere accanto meravigliose persone come voi.
La nostra amicizia è sempre più forte ed è sorprendente come la lontananza ci fa sentire vicino condividendo il vostro cammino.
Caro Fabiano, ringrazio il buon Dio per averti incontrato sul mio sentiero…sei una splendida persona.
Ancora le armonie di sabato in quel tempio gremito ci fanno commuovere e gioire. Tutto è stato emozionante: domenica poi i cuori di tutti i presenti battevano all’unisono come solo alla gente di buon cuore si addice.
Che il cantare continui ad essere la nostra forza per sopravvivere alle follie del mondo.
Un grandissimo abbraccio pieno di affetto a te, amico caro, ed a tutti i tuoi coristi (a cui tutti noi vogliamo un mondo di bene).
Ugo e tutto il Coro Valpellice

--                                                                                                                                                                    

--                                                                                                                                                                    

Il Coro Sibilla a Todi
per i 100 anni della Battaglia del Piave

Sabato 30 giugno si è tenuto, presso il Teatro Comunale di Todi, il concertoGiugno 1918 la Battaglia del Piave”, un viaggio attraverso la memoria un secolo dopo per ricordare gli eroi tuderti e tutti coloro che hanno contribuito ad affermare i valori dell’unità e della libertà in quel delicato e fondamentale periodo della storia italiana. L’evento è stato organizzato dal Comune di Todi e promosso da A.GI.MUS. Sezione di Perugia in collaborazione con A.GI.MUS. Nazionale.
Il programma ha visto l’esibizione  del Coro “Sibilla” del C.A.I. di Macerata, diretto dal M° Fabiano Pippa, e del Coro “Colle del Sole” del C.A.I. di Perugia, diretto dal M° Felice Pericoli, entrambi accompagnati dalle voci recitanti di Marialuisa Pasquarella e Leandro Corbucci; sul palco anche gli attori della Bottega del Teatro di Perugia.
L’Amministrazione Comunale, viste l’importanza dell’evento e la ricorrenza dei Cento anni dalla 1° Guerra Mondiale – ha sottolineato una nota dell’assessore alla cultura di Todi Claudio Ranchicchio nell'imminenza del concerto – ha deciso di regalare questo concerto alla città ed a tutti gli appassionati di musica, a cominciare dai turisti italiani e stranieri che visitano Todi in questo periodo. Si tratta di un altro dei numerosissimi eventi che vivacizzano l’estate 2018, e siamo felici di vedere che tutti quanti stanno riscuotendo un notevole gradimento di pubblico, contribuendo alla crescita dei numeri del turismo e del prestigio della nostra città”.
Macerata.  Inaugurazione  della  nuova illuminazione del Monumento ai Caduti
Venerdì 14 settembre si è tenuta a Macerata la cerimonia di inaugurazione per la nuova illuminazione del monumento ai Caduti in piazza della Vittoria.
Sono intervenuti il sindaco Romano Carancini, l’assessore ai Lavori pubblici Narciso Ricotta, la direttrice dell’Accademia di Belle Arti Paola Taddei, il presidente del Rotary Club Matteo Ricci Leonardo Archimi, Adolfo Guzzini dell’Azienda IGuzzini Illuminazione e i due progettisti vincitori Francesco Montironi e Sara Iacoponi.
Il Coro Sibilla ha eseguito l'Inno di Mameli e canti della prima guerra mondiale.

--                                                                                                                                                                    

Successo della 33a Rassegna dei Sibillini
con la partecipazione del Coro Negritella di Predazzo
Lo scorso 19 maggio si è svolta la 33ma Rassegna dei Sibillini, manifestazione corale organizzata dal Coro Sibilla C.A.I. Macerata, con ospite il Coro Negritella di Predazzo. Alla sala ex cinema dello Sferisterio gli amici del Coro della Val di Fiemme hanno sorpreso positivamente il numeroso pubblico accorso con la loro divisa storica da alpini, i loro canti e le vocalità tipiche delle loro montagne.
La città di Macerata, con il Sindaco Romano Carancini e l’Assessore alla Cultura Stefania Monteverde in testa, li ha accolti e abbracciati facendo sentire loro l’affetto di cui i maceratesi dispensano sempre in abbondanza.
Un brindisi di benvenuto sotto la Torre dei Tempi, la cena con noi del Coro Sibilla nella nostra sede a cantare fino a mezzanotte e poi, il giorno dopo, la visita al Museo Bonaccorsi e il saluto caloroso delle autorità in piazza della Libertà hanno fatto da corollario ad una due giorni che certamente ricorderemo.
In ultimo, una considerazione: nel visitare lo Sferisterio, il Coro Negritella sul palco ha voluto cantare l’Ave Maria di De Marzi. Che sia di buon auspicio per la nostra città consacrata alla Vergine Maria!
Da sx a dx: il Sindaco Romano Carancini, il M° Mauro Morandini del Coro Negritella, l’Assessore alla Cultura Stefania Monteverde e il M° Fabiano Pippa del Coro Sibilla.

--                                                                                                                                                                    

--                                                                                                                                                                    

Con il C.A.I. e gli Alpini
Lezioni-concerto
La Rassegna dei Sibillini
La Notte dell'Opera

Il Coro partecipa normalmente alle manifestazioni del C.A.I. e degli Alpini, con esecuzione di canti di montagna e della tradizione alpina..... [continua]

Il canto popolare è uno dei filoni sui quali il Coro è impegnato. Ad esso dedica concerti e lezioni-concerto nelle scuole..... [continua]

La Rassegna dei Sibillini è la manifestazione più importante che il Coro annualmente organizza, portando a Macerata le espressioni più prestigiose della coralità nazionale. ..... [continua]

Il Coro partecipa ogni anno alla Notte dell'Opera, promossa a Macerata dallo Sferisterio Opera Festival in concomitanza con la Stagione Lirica..... [continua]

--                                                                                                                                                                    

..."Voi che ai piedi dei monti che sono il cuore nobile d'Italia, monti che fermano i venti di due mari, l'uno dell'alba, l'altro del tramonto;

voi che avete la fortuna di vivere tra le colline di terra chiara lavorata dalla mai perduta serenità contadina,
voi, amici miei tanto cari nei ricordi mai cancellati, tenete presente
in ogni momento della vostra attività che il canto corale di ispirazione popolare è il respiro della pace

che racconta il tempo ormai lontano
degli uomini semplici e buoni,
è il profumo della speranza dopo i grandi dolori collettivi".

Bepi De Marzi al Coro Sibilla


Area riservata ai coristi




CORO SIBILLA, via G.Ungaretti 80, 62100 Macerata
C.F. / Part. I.V.A. n.  01186580435

 
Torna ai contenuti | Torna al menu